Il sesso è il sesso è il sesso - Con o senza penetrazione

SDC Cooper S Beckett Life on the Swingset Swingers Penetration Sex
SDC Cooper S Beckett Life on the Swingset Swingers Penetration Sex
Perche' niente fa si' che la gente voglia di piacerti di piu' che mettersi in gioco come donatore di piacere.

In qualche modo, sono riuscito a raggiungere quella elusiva disconnessione tra la nozione tradizionale di sesso (cioè che metto il mio pene in cose diverse dalla bocca) e la parola "sesso". Dan Savage ha detto recentemente che se c'è una cosa che il mondo eterosessuale potrebbe imparare dagli omosessuali, è che il sesso è qualsiasi forma di congresso sessuale. Questo concetto assicura che non stiamo semplicemente puntando sulla linea di meta percepita, e non ci sentiamo di non aver raggiunto qualcosa se non c'è sesso penetrativo pene in vagina.

Mi sono sentito così per molto tempo.

Recentemente ho scritto di una festa in cui ho consapevolmente cercato di cambiare questo concetto. Mi sono reso conto del mio modello, che sarebbe stato quello di cercare di soffiare la mia strada attraverso le interazioni per arrivare al finale sessuale per essere in grado di giocare con il maggior numero possibile di miei amici in un breve lasso di tempo. Non ha mai avuto niente a che fare con il mancato rispetto del tempo che ho passato con ognuno di loro, ho amato tutto questo. Mi preoccupo profondamente di quelle donne con le quali riesco a trascorrere del tempo sexy di qualità con le feste, e dato che molte di loro le vedo solo alle feste, diventa ancora più importante che io trovi il tempo.

Questa linea di pensiero è stata dannosa però, perché mi ha portato a esercitare una pressione enorme su me stesso, a prodigarmi nel sesso orale, a ricevere oralmente (ma non venire, cazzo!), e poi ad esibirmi sessualmente fino alla linea di meta. Spesso al secondo tentativo della serata stavo già iniziando a lottare. A parte questo, tutte le parti coinvolte sono state fortunate ad avere un albero a metà.

Questo, a parte questo, è ciò che mi ha fatto passare da una buona stimolazione digitale ad una eccezionale. So che sembra vantarsi, ma ci sono poche cose in cui sono abbastanza bravo da vantarmi con tanta sicurezza, come la diteggiatura. E, se necessario, posso fornire delle referenze.

Allora, perche' l'ho fatto?


Scambia, cazzo, risciacquo, ripetizione..... ?


Se stavo scambiando me stesso per non essere in grado di rilassarmi e divertirmi, e se stavo scambiando i miei partner, che cos'era? Per me aveva senso, perche' questo e' quello che fai come uno swap swinger, giusto? Ti scambi e scopi. Risciacquare, ripetere. Era un colloquialismo piu' schietto di quello che intendevo? Hmm. E' perche' mi ero convinta che questo era quello che ci si aspettava da me. Quando inizio qualcosa (ad esempio, mettendo la mia mano laggiù e sentendo la sua risposta) dovrei vederlo fino in fondo, giusto? A destra?!

Poi ho cominciato a riconoscere che queste nozioni che avevo sull'oscillare all'inizio (la maggior parte delle nozioni che mi ha detto il mio "padre oscillante" di cui meno detto, meglio è) erano, forse, scorrette..... o almeno fuorvianti.


Ci sono davvero degli standard di riferimento per gli scambisti?


All'inizio mi sono rasato accuratamente ogni centimetro dei miei genitali perché mi è stato detto che era così che si facevano le cose. Che nessuno avrebbe giocato con me se non fossi stato curato in modo impeccabile. Che se volevo che me lo leccassero, doveva essere nudo. Mi sono rasato quotidianamente, nonostante la mia pelle abbia chiaramente un problema con questo tipo di attenzione. C'è voluto che il mio medico mi chiedesse perché sulla Terra continuo a radersi quando il mio corpo chiaramente non vuole che io mi chieda la logica di ciò che stavo facendo.

Cosi' ho smesso di radermi e non importava di nessuno. Non importava a nessuno, comunque.

Nei miei tentativi di essere all'altezza dello "standard per gli scambisti" che mi è stato inviato dall'alto, non ho visto cosa c'era proprio di fronte a me. Le regole hanno valore solo se voi, e coloro che vi circondano, sentite che hanno valore.

Mi diverte (e mi fa orrore in egual misura) che un gruppo di persone come noi scambisti, così ostinati a ignorare ciò che "dovremmo" fare (cioè essere monogami, attaccati ad un genere o ad un altro) possa essere così coinvolto in altri "shoulds". Dovresti sempre venire, dovresti sempre alzarti, dovresti sempre ricambiare, dovresti sempre scopare. Perche' diavolo questi ideali dovrebbero sempre mettersi in fila?

Beh, la risposta breve e' che non lo fanno. E che spesso siamo pecore. Rifiutiamo un dogma per seguirne un altro e farci trascinare via.

In passato, mi sono anche sentito in qualche modo imbrigliato se gli eventi non progrediscono, se "solo" mi sono fatto una sega a mano. Mi fermo a pensare a quanto sia incredibile e vergognoso un pensiero che è, e a come il mio sedicenne mi avrebbe cospirato per farmi sparare se avesse saputo che avevo anche considerato quel pensiero. Ero annoiato, e ho avuto un brutto caso di "Io dovrei".

Ma forse ho raggiunto l'illuminazione. Le cose certamente sembrano diverse.


Sollevamento del peso del sesso transazionale


Al momento sto volando l'ultima tappa del mio viaggio di ritorno a Chicago da una settimana in paradiso al Desire Resort & Spa, il primo La vita sulle altalene viaggio nel Desiderio. Al resort, ho deciso di non concentrarmi più sul sesso penetrativo (penis-in-vagina). Era come se fosse stato sollevato un peso. L'eliminazione delle aspettative su ciò che sarebbe accaduto ci ha permesso di concentrarci invece su ciò che sono le cose.

Per vivere il momento, tanto per cambiare.

Mi sono concentrato sulla differenza tra dare e ricevere piacere. Potrei pomiciare per un po' con qualcuno. Potrei esibirmi oralmente su altri. Potrei permettere che l'impulso a fare semplicemente una sola cosa con qualcuno sia di primaria importanza.

E proprio come quando ho smesso di radersi, nessuno mi ha messo in forma e mi ha bandito. In effetti, tutti quelli che ho avuto la fortuna di incontrare mi sono sembrati entusiasti di ciò che stava succedendo nel momento come lo ero io. Non c'e' mai stato un "Non scoperemo?" o "Perche' non sei duro?".

Mi sono reso conto che sono molto più interessato al piacere degli altri che a me stesso. Ho trascorso la settimana dando piacere a chi è aperto a riceverlo; oralmente, digitalmente, analmente, etc...

"Cooper, ti vanti," dici, "pensi di essere migliore di me?"

Per niente, tizio della voce a caso che a volte interrompe i miei saggi. Anche io ricevo. Ho avuto dei momenti davvero spettacolari di beatitudine orgasmica. Ma poiché non ero concentrato su quando avremmo completato la transazione e avrei inserito il mio pene nella sua vagina o ovunue altro nelle regioni più basse, sono stato in grado di vedere ogni bit di interazione sessuale come l'esperienza gloriosa che è veramente. Niente fa venire voglia di piacere alla gente più che mettersi in gioco come donatore di piacere.

E non e' un modo meraviglioso di vivere?

Quindi, segnare la data e l'ora. La mia ultima festa non è stato un episodio isolato di evoluzione emotiva da parte mia. Era solo una prova di concetto. Il desiderio rappresentava la crescita fisica, emotiva e (oso dire) spirituale dentro di me.

Il mio cuore è pieno di gioia.


Questo articolo è un estratto dal mio libro, La mia vita sull'altalena: Avventure in Swinginging & Polyamory.


Cooper S Beckett

Autore di fiction e saggistica divertenti, sporche e spaventose, Cooper ha co-fondato il Life on the Swingset Podcast oltre un decennio fa, e da allora ha cercato di portare la sua prospettiva come un mondo strano, poliamoroso, swinger nel mondo sexy, ricordando loro che siamo tutti più simili che diversi, e andare d'accordo può portare a momenti sexy fantastici.
MOSTRA DI PIÙ ...
0 Commenti
  • Anonimo